Anello delle Dolomiti Friulane

…The sounds of silence…

Un trekking di rifugio in rifugio per 5 giorni e 4 notti; una Grande Avventura escursionistica formativa e trasformativa nella Wilderness del Parco Naturale Dolomiti Friulane

Per ragazzi e ragazze dai 15 ai 19 anni

Into the Wilderness. Alle Dolomiti patinate preferiamo quelle spettinate

Patrimonio mondiale naturale dell’umanità UNESCO, le giogaie delle Dolomiti Friulane sono inserite nell’omonima area naturale protetta di assoluto valore paesaggistico e ambientale. Cattedrali di roccia, ardite guglie, pinnacoli impossibili tra cui spicca il celebre “Urlo di Pietra” del Campanile di Val Montanaia. Flora ricchissima, che vanta diversi endemismi; prezioso il patrimonio faunistico (fra le tante specie spiccano caprioli, cervi, stambecchi, camosci, marmotte, galli forcelli e cedroni, aquila reale, persino l’elusiva lince). La variabilità ambientale e la scarsa antropizzazione del territorio garantiscono fortissima naturalità e integrità, peraltro franca di artifici infrastrutturali impattanti (non vi sono impianti di risalita). Per saperne di più, un invito a consultare l’ottimo sito web del Parco Naturale Dolomiti Friulane . Immaginate lo stupore di un cammino itinerante di più giorni tra queste meraviglie….

Il trekking. Un’esperienza immersiva d’intensa naturalità in cinque giorni di cammino e quattro notti.

Una magnifica viandanza fra boschi, ruscelli, praterie fiorite, mughete, ghiaioni, forcelle; , torri ed arabeschi di pietra; un continuo susseguirsi di stupefacenti cambi di scena con la sola compagnia di stambecchi, camosci, aquile reali, marmotte. L’Anello delle Dolomiti Friulane è un trekking circolare per buoni sentieri segnati, mediamente impegnativo per sviluppo e dislivelli complessivi; non presenta particolari difficoltà tecniche, richiede tuttavia una certa determinazione per i saliscendi su terreno talora friabile. Punto di partenza e arrivo è la località Chiandarens, contrada del comune di Forni di Sopra (PN). Si cammina per un’oretta verso il Rifugio Giaf, dimora del primo pernotto e vero e proprio punto di partenza del percorso. Per la scheda del trekking, la descrizione delle tappe, con le indicazioni di tempi, sviluppi, dislivelli e info utili vi rimandiamo direttamente all’ottimo sito ufficiale dell’Anello:

ANELLO DELLE DOLOMITI FRIULANE

lo stupore della Wanderlust tra le meraviglie naturali del Parco, il calore di piccoli, deliziosi rifugi alpini per il comfort fuori dalla comfort zone

Dopo una giornata di cammino in plaghe incontaminate di meravigliosa naturalità, quale miglior modo di apprezzare la dimensione estetica della fatica integrandola con una robusta cena a base di saporose specialità locali? e dopo le chiacchiere al calduccio e la condivisione delle emozioni suscitate dal cammino, una soda dormita su comodi giacigli per caricarsi a modo per l’indomani. L’atmosfera dei 4 rifugi C.A.I. del comprensorio è deliziosa per la rusticità dell’ambiente e la gentilezza dei gestori. Quattro presȋdi di sicurezza e tutela dell’ambiente, ospitali, di piccole dimensioni, a conduzione familiare, ubicati in splendide plaghe montane.

Lo staff di ogni rifugio ci accoglierà con la cena, il pernottamento, la colazione, e provvederà al pranzo al sacco itinerante del giorno seguente.

La modalità di mezza pensione ci consentirà di camminare con lo zaino leggero, condizione che smorza la fatica e favorisce una dimensione esperienziale più libera ed estetica.

Per approfondimenti, di seguito i link ai 4 rifugi: RIFUGIO GIAF, RIFUGIO FLAIBAN PACHERINI, RIFUGIO PORDENONE, RIFUGIO PADOVA

Scheda sintetica del trekking

Per un approfondimento dettagliato, vi rimandiamo all’eccellente scheda dell’Anello redatta dalla sezione di Pordenone del C.A.I. ANELLO DOLOMITI FRIULANE, C.A.I. Sez. Pordenone

N.B.: per ragioni di sicurezza, il programma e l’itinerario possono variare o prevedere rimodulazioni in base alle previsioni/condizioni meteo.

LE TAPPE

  1. Dal Rifugio Giaf al Rifugio Flaiban Pacherini: 6 ore di cammino, 1000 mt di dislivello, 12 km di sviluppo
  2. Dal Rifugio Flaiban Pacherini al Rifugio Pordenone: 4 ore di cammino, 500 mt di dislivello, 8 km di sviluppo
  3. Dal Rifugio Pordenone al Rifugio Padova: 5 ore di cammino, 1100 mt di dislivello, 10 km di sviluppo
  4. Dal Rifugio Padova al Rifugio Giaf (e ai nostri mezzi): 4 ore di cammino, 700 mt di dislivello, 8 km di sviluppo. + un’ora per tornare al parcheggio.

N.B. questa scheda indicativa presenta il trekking al netto dell’ora di cammino a/r fra il posto auto e il Rifugio Giaf; vi ricordiamo che si tratta di 4 tappe su 5 giorni; il primo giorno va nel trasferimento in loco da Bologna e nel breve segmento di marcia per raggiungere il Rifugio Giaf ove si pernotterà, per cominciare di fatto l’anello il giorno dopo.

,

Costo dell’esperienza: € 550. La nostra proposta comprende:

  • L’accompagnamento: 2 figure educative per tutta la durata e le esperienze del viaggio.
  • Tutti i trasporti: da Bologna e ritorno.
  • il pernottamento in rifugio a MEZZA PENSIONE (cena e colazione inclusa)
  • La polizza assicurativa

La quota non comprende:

  • Il pranzo al sacco del lunedì
  • pranzi, alimenti, bevande supplementari ed extra.
  • Tutto quanto non indicato nella voce “la nostra proposta comprende”

Anello delle Dolomiti Friulane